Continuando su questo sito dichiari di accettare i Termini e Condizioni per l'uso dei nostri cookies.
Slider Offer Banner
Nuovi Prodotti
I nostri servizi
Pagamenti Sicuri 100%
Le carte vengono gestite da PayPal
Restituzione Garantita
Garanzia di restituzione del prodotto
Supporto 24/7 Velocissimo
Hai una domanda? Cerca la risposta nelle nostre FAQ o contattaci
Velocità da mobile
Usa il sito da cellulare con velocità e sicurezza
Testimonial
I nostri ultimi articoli
Prodotti di tendenza
I più venduti
Un nuovo sport: la Kickboxing

Un nuovo sport: la Kickboxing

E’ facile trovare molte notizie sulla nascita di questo meraviglioso sport ma ciò che resta difficile è guardare l’alba di una generazione da un punto di vista non tecnico, ma emotivo. Oggi cercheremo di descrivere come la Kickboxing è nata proprio da un punto di vista nuovo. La Kickboxing che conosciamo oggi è nata nel Giappone degli anni ’60 dalla curiosità dell’esperto di Boxe Osamu Noguchi in Giappone. Spinto dalla sua grande voglia di innovazione e una grande determinazione incontro nel suo percorso la Muay Thai e da lì l’idea di creare una disciplina che avesse l’anima del Karate, ma uno striking completo che mescolava tecniche di pugilato e Muay Thai e divenne quella che oggi riconosciamo come KickBoxing. Fu proprio in Giappone che nacque la prima organizzazione che promuoveva e praticava questo sport: la Kickboxing Association. Ci volle però qualche anno prima che divenne lo sport che conosciamo oggi e sopratutto che si diffondesse un pò. Dopo un periodo nell’ombra Giapponese si divulgò in America negli anni ’70 non senza enormi difficoltà e tentativi falliti. Chi praticava questo sport agli inizi impostava gli allenamenti come si faceva con il Karate, ma spesso combatteva per 10 round su un ring uno sport che necessitava di una enorme quantità di energia in più, con esiti prevedibili sui combattimenti; dopo pochi round i colpi perdevano completamente di efficacia perchè la stanchezza prendeva il sopravvento. Questo era dovuto al fatto che l’allenamento per il Karate prevedeva che il colpo si tirasse senza compromessi ed inoltre si faceva pochissimo sparring. Il salto qualitativo della Kickboxing si ebbe quando gli atleti praticanti introdussero programmi di allenamenti più vicini alla Boxe Occidentale. Aumentarono notevolmente il numero dei round in allenamento, lo sparring era parte integrante dell’allenamento e questo condizionava gli atleti che ora prendevano colpi al corpo ed alla testa con maggiore disinvoltura. Fu questo a rinforzare sia la testa che il corpo dei Kickboxers e permettere loro di poter fronteggiare praticamente qualsiasi difficoltà che si trovasse sul ring. I praticanti divennero più forti ed in forma fino a far diventare lo Kickboxing lo sport incredibile che conosciamo oggi e che rapidamente trovò atleti praticanti in tutto il mondo. A differenza di molte Arti Marziali, la Kickboxing usa l’energia, l’agilità ed i riflessi per mettere in difficoltà e sovrastare un avversario ed è esattamente questa la ragione che un combattimento di Kickboxing è sempre uno spettacolo altamente gradito dal pubblico. Quindi cosa aspettate? qui non si parla di efficacia, di ricchezza o di brutalità. La Kickboxing è semplicemente uno sport dove l’avversario è solo un pretesto per vincere contro te stesso. e tu… ne hai la stoffa?

    Leave a Reply